Eco terapia con i suoni della natura… anche in negozio?

Uno degli sport in maggiore ascesa nel mondo, soprattutto dai 35 anni in su, è il trail running. Si tratta di correre, spesso lentamente e per lunghe ore, in ambiente naturale. Boschi, montagne, pianure, colline: ovunque c’è un sentiero o almeno una strada sterrata ci si rilassa correndo, spesso ‘sfidandosi’ in competizioni molto meno serrate delle maratone. Chi corre una maratona spesso vuol raggiungere il suo personale, ovvero il suo miglior tempo. Chi fa trail running sa che i più forti sono veri atleti sono lontani anni luce dai semplici dilettanti. Spesso ci si ritrova in compagnia ai ristori, in luoghi magnifici, sempre in mezzo alla natura… e la natura è un ambiente sempre perfetto anche per far riposare le orecchie, sempre più stanche grazie allo stress della vita quotidiana nella giungla che viviamo ogni giorno, fatta di telefonini, rombo di motori e asfalto.

Quel che rilassa del trail running non è certo la corsa, che dopo un po’ stanca e si può fare ovunque, anche in palestra su un tapis roulant. E’ la possibilità di starsene un po’ da soli in mezzo alla natura, all’aperto. La corsa lenta ed il cammino sono attività piuttosto semplici per chi ha la fortuna di essere in buona salute e farle in luoghi silenziosi, anzi godendosi un paesaggio sonoro hi fi, in cui si sente bene il rumore del proprio respiro e quello dei passi, fa la differenza.

L’eco terapia, ovvero la terapia dello stare semplicemente all’aria aperta in mezzo alla natura, cosa che l’uomo ha fatto per millenni e millenni, si sta poi diffondendo sia come cura concreta dell’ipertensione sia come prevenzione alla miopia generata all’uso maniacale e continuo di dispositivi elettronici (smartphone, etc).

Detto questo, non tutti hanno voglia di incamminarsi sulla Via Francigena o sul Camino de Santiago. Ma tutti beneficeremmo di un paesaggio sonoro più vicino a quello naturale anche a casa, anche nei luoghi di lavoro e ovviamente anche negli spazi commerciali. Alternare ottima musica, originale e suoni della natura, potrebbe essere ancora più efficace. Oggi che gli impianti di diffusione sonora sono ormai di ottima qualità, non sembra poi così difficile.

Da tempo sappiamo che un certo tipo di luce artificiale (neon, luce diretta, etc) dà davvero fastidio, mentre per quel che riguarda suoni e musica troppo spesso tendiamo ad esagerare nel volume, nelle frequenze, nel ‘vestire’ ogni spazio per coprire rumori molesti… E’ tempo di tornare ad avvicinarsi alla natura, anche indirettamente, simulando la sua presenza in luoghi che naturali non sono.

Le playlist che ci rendono più produttivi (non mancano i suoni della natura)
https://blog.hubspot.com/marketing/productivity-playlists

Stare all’aria aperta è antidepressivo, migliora la memoria, abbassa la pressione. 12 ragioni scientifiche per passare più tempo fuori
https://it.businessinsider.com/stare-allaria-aperta-e-antidepressivo-migliora-la-memoria-abbassa-la-pressione-12-ragioni-scientifiche-per-passare-piu-tempo-fuori/