Idagio, lo streaming per musicisti e fanatici di musica classica

Lanciato nell’agosto, Idagio è una piattaforma attraverso cui musicisti specializzati in musica classica condividono le loro registrazioni con una community di appassionati che non si accontentano della tanta musica d’arte disponibile su servizi generalisti come Spotify. Detta così, sembra una faccenda destinata ad un veloce fallimento, perché non si riesce bene a capire come mai un melomane che può sentirsi Pavarotti debba voler sentire un amatore o un buon giovane talento sconosciuto (quelli conosciuti i dischi li fanno ancora, così come i concerti). Ma lo streaming ormai può servire anche una nicchia, una nicchia tra l’altro di persone di alta cultura e disponibilità economica solitamente di molto superiore alla media. E tra chi diffonde anche qui o solo qui le proprie registrazioni ci sono Vienna Philharmonic, Philharmonia Orchestra, Ray Chen.

I costi non sono bassi per un servizio che sembra pensato per chi ha già tutta la classica che vuole da sentire e vuol sentire anche le novità (€7.99 al mese)… ma forse 8 euro al mese, per chi ha voglia di musica d’arte è un prezzo giusto. Anche perché Idagio si vanta di remunerare direttamente i musicisti, tagliando via gli intermediari (SIAE, case discografiche, manager, etc).  E così chi paga per ascoltarsi i talenti ed i presunti talenti disponibili su Idagio può sentirsi un mecenate. Anzi, nei fatti, lo è.